DARIA

MENICHETTI

1 GIUGNO 2019

Ore 10-16 Workshop_DIALOGHI tra sistema nervoso e risonanza cellulare

Ore 19 Performance_INDEFINIZIONE

 

 

 

CINZIA DELORENZI

 

DIALOGHI tra sistema nervoso e risonanza cellulare
Il corpo, la presenza, la percezione di uno spazio interno ed esterno, la percezione di sé e degli altri.
In questo laboratorio esploreremo l’azione performativa e danzata attingendo da un corpo e da un sentire che precedono la sua costruzione. L’indagine attraverserà l’embodiment di alcune qualità del sistema nervoso autonomo, del sistema endocrino ed immunitario attraverso il movimento ed il supporto della voce e del tocco. Lo spirito di ricerca comporrà il dialogo poetico tra questi sistemi viaggiando tra conosciuto e sconosciuto, memoria e vivente, abitudine e divenire.


OSPITARE (work in progress)
di e con Cinzia Delorenzi
Vorrei ospitare un luogo, increato.
Esistere in uno spazio tra un dentro ed un fuori interrogando e convocando possibili visioni.
Pensare al mio corpo come popoli e nazioni, coabitanti.
Ho bisogno di ricostruire, giocare con distanze e vicinanze,
di mantenere dentro e di tirare fuori,
di perdermi e di riconoscermi.
Per cercarmi, in tutto questo, farò appello alla mente del sistema immunitario,

alle mie cellule e a tutti i miei batteri affinché mi aiutino ad entrare in relazione con un mio senso di appartenenza, di coesistenza.
Mi chiedo se questo stare sulla soglia mi permetterà di incontrarmi ed incontrare diversamente,
di custodire la mia ed altrui integrità e di intercettare l’eco di una mia possibile linea melodica.

 

BIO

CINZIA DELORENZI vive a Milano.
Da oltre vent’anni si forma nel campo della pratica somatica, sviluppando un approccio pedagogico e una pratica artistica che mette in relazione l’aspetto della cura nel processo di trasformazione dell’artista e della persona. Sviluppa il suo lavoro attraverso laboratori in natura, nei boschi, in ambienti acquatici e nel deserto, avvalendosi di un approccio interdisciplinare aperto e nutrito dall'indagine artistica. Debutta in Francia negli anni ’80 nell’ambito della Danza Jazz facendo parte di alcune significative compagnie dell’epoca (Matt Mattox, Gianin Loringett). Negli stessi anni incontra il Buto di Kazuo Ono e il Teatrodanza di Lindsay Kemp, che la porteranno verso la ricerca di nuove pratiche e codici espressivi. Inizia così dall’89 al 2000 la collaborazione come interprete di Giorgio Rossi e di Raffaella Giordano e comincia il suo percorso di creazione autoriale. Dal ’92 al ’94 ha danzato per Roberto Castello.Fondatrice di un gruppo di ricerca e di una compagnia (gruppo Care Estinte e Compagnia Cinzia Delorenzi ), dal 2009 al 2012 è artista associato di Sosta Palmizi/MiBAC con spettacoli e performance site-specific ospitati e co-prodotti in ambito nazionale ed internazionale. Nel 2015 con il Teatro delle Moire crea lo spettacolo Sante di Scena vincendo il bando de I Teatri del Sacro. Nel 2017 co-crea con Claudia Monti e Clelia Moretti Out of this World, progetto performativo e di ricerca sulla memoria generazionale. è Educatrice del Movimento Somatico (SME®) e Pratictioner BMC®.Tra i percorsi attraversati si é formata in Shiatsu, in terapia Craniosacrale, in sciamanesimo , al metodo “The Empty chair Teaching” con Mike Boxhall e studia con Blandine Calais Germain. Tra gli incontri, fondamentale è stato quello con Claude Coldy e gli osteopati Jean Louis Dupuy e Marie Guyon con i quali continua a formarsi. Da quindici anni insegna Danza Sensibile®, è docente nel programma triennale di formazione per insegnanti e lo è stata nelle due edizioni del progetto “Scritture per la danza” di Raffaella Giordano. Nel 2017 crea il progetto di formazione Rhizoma/Le pratiche dell’Ascolto, percorso di formazione in pratiche somatiche integrate a indirizzo trasmissione, tocco e creazione.


Info, Costi e Prenotazioni

cajkalab@gamil.com

328 6617196

  • Facebook